• Francesca Chelli

9 Modi per indossare i Jeans


Il modello di jeans a vita alta in color blu denim scurissimo che indosso in questa foto regala un effetto elegante e chic, se accompagnato da accessori importanti, come i boots in nuance blu ricamati e la borsa in cocco grande e squadrata con le impunture blu.

Inizio da qui oggi, per parlarvi di un indumento così versatile e che non manca certo nel guardaroba di nessuno. In questo articolo vi mostrerò come questo capo d'abbigliamento con forge e linee differenti, abbinato semplicemente ad una camicia bianca e con accessori sempre diversi possa essere utilizzato in svariate occasioni, facendo fronte alla solita domanda 'Cosa mi metto oggi?' che spesso ci poniamo davanti al nostro guardaroba.

I jeans hanno fatto la storia di intere generazioni e rappresentano l'icona dell'abbigliamento casual per eccellenza: indossati prima solo dai ragazzi e dai giovani adulti, ora i pantaloni di tela blu, anche se poi con gli anni sono state introdotte tutte le varianti del caso, occupano un posto negli armadi pressoché di chiunque.

Il taglio a tubo o a sigaretta della foto qui sotto ricorda un po' gli anni '60 quando i blue jeans, anche per la semplicità e l'essenzialità delle loro forme, espressero in maniera concreta il rifiuto, da parte soprattutto del mondo giovanile, delle convenzioni sociali e dell'abbigliamento formale.

Ricorda sempre gli anni '60 questo modello Capri, elasticizzato che arriva poco sotto al polpaccio, e che accompagnato con un paio di ballerine ed una borsa di paglia è super chic per un pomeriggio vacanziero, al mare o in campagna.

Con la creatività hippy degli anni '70 si diffondono i jeans stretti in alto e "a zampa d'elefante", una versione riproposta poi anche successivamente dai vari marchi di moda.

Qui sotto ne vedete una versione con il denim sbiadito per un look sportivo, abbinato a stivali scamosciati e accessori nelle tonalità del marrone.

La primogenitura in fatto di fabbricazione dei jeans viene ricondotta storicamente alla città di Genova , è qui che infatti avvenne la trasformazione da pezzi di tela a indumento. Questo tipo di "tessuto blu" era usato per confezionare i sacchi per le vele delle navi e per coprire le merci nel porto. Considerando che all'epoca si usava dare ai tessuti il nome del luogo di produzione, si ritiene che il termine inglese blue-jeans derivi direttamente dalle parole bleu de Gênes, ovvero blu di Genova in lingua francese.

Ma nel tempo il denim ha virato anche su altre tinte, come nella foto qui sotto, dove vi propongo un modello ancora scampanato anni '70, in color nero che io utilizzo spesso anche in occasioni formali e eleganti.

Già Garibaldi vestiva casual. Infatti durante lo sbarco dei Mille a Marsala Garibaldi indossò come molti dei suoi garibaldini un paio di "genovesi", oggi conservati a Roma presso il Museo centrale del Risorgimento all'interno del Vittoriano.

Ed eccomi qui in versione più casual e personalizzata, con un paio di sneakers bianche e dei jeans con le perle, un po' anni '90, quando il denim venne riscoperto e reso ancora più originale con l'aggiunta di decorazioni e materiale di vario tipo - appunto perline, brillantini, spille per rendere più distintivo l'abbigliamento del tempo libero.

Quanta strada è stata fatta dal 1871 quando il sarto Jacob Davis aggiunse ai pantaloni denim i rivetti in rame per rinforzare le tasche soggette ad usura , che in origine venivano particolarmente riempite dai cercatori d'oro e dai minatori.

Vi sono state via via varianti del taglio: il taschino piccolo a volte a sinistra anziché a destra, le tasche dietro in alcuni modelli si sono espanse, e si sono visti anche modelli con le tasche posteriori da pantalone classico.

A partire dagli anni '80 il jeans non è più soltanto stato un capo per il tempo libero, ma ha cominciato a diventare un oggetto di lusso, da accompagnare ad accessori importanti.

Quello che indosso nella foto sotto è un modello perfetto da giorno e da sera, da portare con in tacchi, che enfatizzano la linea affusolata del pantalone.

Alla linea più classica si sono aggiunti poi anche i tagli slim fit e skinny, particolarmente attillati, con addirittura l'inserzione di applicazioni colorate di altri materiali o, come in questo modello che indosso, di strass che impreziosiscono il il fondo del pantalone, e che, abbinandolo ad accessori chic, rendono l'insieme molto particolare.

Il colore blu indaco dell'abbigliamento jeans con il tessuto denim può essere coniugato con molti altri colori, e questo binomio inscindibile è diventato un marchio caratteristico ed esclusivo che conferisce un significato speciale al proprio look.

Direi quasi mitico, per capi che sono indossati normalmente nella comune vita quotidiana e ai quali ci si affeziona.

Come in questo caso, in cui un normalissimo jeans a sigaretta e a vita bassa, abbinato al rosso squillante degli accessori ha reso originalissimo il mio outfit.

Quindi, cosa aspettate a prendere i jeans che sono nel vostro armadio e creare il vostro look personale?

Jeans: Fendi, Jacob Cohen, Prada, M.Grifoni, Louis Vuitton, Zara, Teresa Dainelli, Met, Seven

Camicia bianca: Zara

Calzature: ballerine e sneakers Chanel, Boots blu Fendi, Boots neri Louis Vuitton, Stivali Gianvito Rossi, Stivaletti blu Santoni

Borse: Chanel, Louis Vuitton, Goods

Cinture in seta: Louis Vuitton, Dior

#jeans #Denim #holiday #Outfit #LouisVuittonshoes #ScarpeLouisVuitton #FashionStyle #streetstyle #Fendi #Cool #Coolstyle #BlueNavy #fashionpost #Streetstylephotography #Clothing #Milano #influencer #ispirazione #consiglioutfit #Fashion

0 visualizzazioni

my style notebook

  • Grey Facebook Icon
  • Grey Twitter Icon
  • Grey Instagram Icon

© 2023 by mystylenotebook

             Milan | Italy