• Francesca Chelli

Oro a 24 carati per 24 ore


Impossibile resistere al fascino di tutto ciò che luccica: borse, abiti e scarpe portano un raggio di luce nel guardaroba lussuoso, raffinato e tremendamente glamour: questa la presentazione di quello che risulta essere il colore del più prezioso dei metalli, una meravigliosa soluzione per risplendere anche nelle giornate più tristi d’inverno. Ovviamente bisogna portarlo senza esitazioni. Anche in total look se si vuole osare, oppure spezzato, l’oro va bene sia in versione day che night. Come il mio outfit di oggi che prevede una gonna molto femminile dalla trama lavorata e decorata da frange, abbinata ad una camicia di seta tessuta in fili d'oro e accessori perfettamente abbinati. Il gilet in lana mohair con tasche, decorato da una grande spilla dà un tocco diverso a tutto l'insieme.

Nel mondo della moda l'influenza del barocco si è sempre fatta sentire moltissimo. Ricco di segni curvilinei, animato da forme vistose, da armonie policentriche, dal trionfo dell’oro. In un gioco di luci e di ombre ecco lo stile Barocco, movimento che ha segnato l’estetica tra il XVII e gli inizi del XVIII secolo. Dalla forte dimensione teatrale, nella moda il Barocco si caratterizza per la ridondanza formale, per la complessità degli intrecci, per l’eccentricità dei decori, per la sontuosità tessile. Nel Seicento, in modo particolare, gli abiti si distinguono da una parte per l’influenza orientale, presente nelle fogge e nelle trame delle stoffe, e dall’altra parte per una ricerca orientata all’estro e alla fantasia. Il nome Barocco ha origini portoghesi: deriva da Baroco che significa “pietra irregolare e scabra”.

Di classe, elegante e spesso stravagante: l’oro quest’anno vede il suo trionfo, non solo per quanto riguarda i capi di abbigliamento, ma anche per gli accessori e i gioielli. L'oro affonda le sue origini molto lontano.

I faraoni egiziani vestivano con abiti trapuntati d’oro. Nella tomba di Tutankhamon furono trovati capi del suo guardaroba, tra cui molti sandali in oro. Tra il 1300 e il 1400 in Europa per i più abbienti i fili d’oro erano usati per decorare l’abito in lana o seta. Nel 1351 Edoardo III d’Inghilterra ideò un laboratorio di ricamo nella torre di Londra per creare abiti per lui e la consorte con ricami in argento e oro. Andando avanti nel tempo arriviamo al 1700: a Venezia i nobili amavano vestirsi di questo prezioso colore. E le pumps che indosso in questa foto ricordano proprio le trame damascate degli abiti veneziani, e come questi ultimi anch'esse sono decorate da pietre preziose.

L'oro è un colore che ha lasciato un segno indelebile anche nel mondo del cinema, come dettaglio di gran classe attraverso le grandi icone di stile. Ogni diva ha scelto durante la sua carriera un abito in oro zecchino per farsi ricordare. Una per tutte: nel 1932 la splendida Greta Garbo vestì i panni della più famosa spia di tutti i tempi, Mata Hari, con un costume laminato d’oro e pietre preziose, creando un look indimenticabili anche nella storia del cinema.

La passione per l’oro coinvolge tutta la moda, per tutte le ore ed occasioni. Come in queste foto, anche i capi da indossare nella quotidianità infatti si impreziosiscono con dettagli e paillettes gold, abiti laminati in oro, spesso corti o lunghi appena sotto il ginocchio e che scendono morbidi. E poi accessori in tema, senza lesinare!

Outfit: gonna Dries Van Noten, gilet GoldenGoose, camicia in seta e filigrana oro Goods

Accessori: Borsa Lucky Charms Dior, Pumps Dolce Gabbana, orecchini Dior

Make up: Chanel

#Oro #DolceeGabbana #Barocco #Style

0 visualizzazioni

my style notebook

  • Grey Facebook Icon
  • Grey Twitter Icon
  • Grey Instagram Icon

© 2023 by mystylenotebook

             Milan | Italy